Soprintendenza per i Beni Archeologici

Switch to desktop Register Login

ANFITEATRO DI IVREA

immagine veduta panoramica Anfiteatro


 Ivrea (TO)


 
corso Vercelli 


 +39 0125.4101      +39 0125.410330 (fax)


 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.




ULTERIORI INFORMAZIONI
Orari: sempre accessibile (l’area archeologica è visibile dall’esterno della recinzione; la fruizione interna è possibile saltuariamente, in occasione di eventi e manifestazioni; visite all’interno si possono inoltre prenotare c/o il Comune di Ivrea o c/o la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e MAE)
Costo biglietto: gratuito
Contatti:
+39 0125/4101 (Ufficio Cultura e Turismo della Città di Ivrea)
e-mailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizi al pubblico: pannelli descrittivi posti all’esterno della recinzione; parcheggi limitati in prossimità del sito


DESCRIZIONE DELL’AREA
L’area archeologica dell’anfiteatro di Ivrea comprende, oltre all’edificio per spettacoli, i resti di una precedente villa suburbana, dotata di un ricco apparato decorativo, quasi certamente demolita per far posto al nuovo edificio.

 

RINVENIMENTI

Tornato casualmente alla luce agli inizi del ‘900, l’anfiteatro di Ivrea è stato oggetto di una serie di campagne di scavo condotte dalla Soprintendenza fra il 1955 e il 1964.
Costruito verso la fine del I secolo d.C. (circa 70/80 d.C.), alla periferia orientale della città, lungo la via che collegava Eporedia e Vercellae, il complesso era probabilmente compreso all’interno di un recinto rettangolare con funzione di sostegno per il terreno digradante, di cui si vede oggi solo un piccolo tratto di muro. L’edificio aveva la cavea poggiata su un terrapieno arginato internamente dal muro del podio. Una serie di concamerazioni semicircolari, che poggiano sul muro esterno, serviva a contenere le spinte del terreno. Alle due estremità dell'asse maggiore si aprivano i due ingressi. Al centro dell’arena sono visibili i vani sotterranei di servizio, utilizzati per la movimentazione delle macchine sceniche e per l’ingresso e l’uscita degli attori e degli animali soprattutto durante gli spettacoli di caccia.
Il muro del podio culminava in un lunga transenna decorata da lastre in bronzo ornate da grosse borchie a rilievo.
A ridosso delle murature anulari sono visibili tratti delle strutture della villa suburbana demolita. Alcune strutture murarie ad essa pertinenti erano state individuate già nel corso degli scavi eseguiti dalla Soprintendenza dal 1955; soltanto negli anni 1984-1985 l’indagine archeologica è però stata ampliata nei settori meglio conservati della villa.
Sorta nel suburbio orientale della città, a circa 500 m dal supposto limite della città compresa nelle mura, era probabilmente articolata su più livelli; non  siamo tuttavia in grado di stabilire le dimensioni della ricca dimora, della quale sono stati indagati solo alcuni ambienti parzialmente sopravvissuti alle demolizioni. Il primo impianto della villa risale probabilmente al 25/20 a.C. circa, mentre circa mezzo secolo più tardi l’edificio deve aver subito un’ importante ristrutturazione, durante la quale si è provveduto anche alla decorazioni di alcuni ambienti del settore padronale. Un ulteriore ampliamento è collocabile probabilmente alla metà del I secolo, solo pochi anni prima della demolizione.

BIBLIOGRAFIA

Carducci C., 1958-59. Nuovi ritrovamenti archeologici in Piemonte , Bollettino della Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti, XII-XIII, pp. 4-29.

Brecciaroli Taborelli L., 1985. Ivrea. Anfiteatro romano, Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte, 4, pp. 49-53.

Papotti L., 1997. Strutture per spettacolo del Piemonte romano, in Archeologia in Piemonte. II. L’età romana, a cura di L. Mercando, Torino, pp. 101-118

Brecciaroli Taborelli L., 1998. La villa suburbana di Eporedia (Ivrea),Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte, 16, pp. 41-92.

Delplace Ch., 1998. La villa suburbana di Eporedia (Ivrea). La decorazione dipinta, Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte, 16, pp. 109-147.

end faq 

 

DOVE SIAMO

View Larger Map

L’area archeologica è situata nel centro della città di Ivrea

© 2016 - Applicazione web e design Gianluca Di Bella

Top Desktop version