Soprintendenza per i Beni Archeologici

Switch to desktop Register Login

MUSEO ARCHEOLOGICO DEL CANAVESE

Affresco GiacominoOspitato in un piano dell’antica Manifattura Tessile, recentemente restaurata, è stato inaugurato nel 2004. L’esposizione presenta al pubblico la storia del Canavese dalle origini delle prime comunità paleolitiche al Medioevo. Dai reperti provenienti dalla Boira Fusca, relativi ad una frequentazione di cacciatori della fine del Paleolitico, il percorso prosegue con vetrine dedicate ai primi agricoltori del Neolitico. Grande rilevanza hanno le due statue-stele dell'età del Rame provenienti dal letto della Dora Baltea a Tina di Vestignè. L'inserimento del territorio canavesano nelle più ampie compagini culturali europee del Bronzo Finale e dell'età del Ferro sono mostrate dai ritrovamenti sulle alture di Santa Maria di Pont Canavese e di Belmonte. La romanizzazione del territorio canavesano è rappresentata da ceramiche a vernice nera e d’imitazione, diffuse nei primi siti urbanizzati, tra cui la vicina Eporedia (Ivrea), sulla quale gravitò, a partire dal I secolo a.C. il comprensorio canavesano. Seguono vetrine dedicate alla vita quotidiana in età romana imperiale e all’abitato e alla necropoli di Valperga. Una sala ospita la collezione di lapidi funerarie romane; chiudono il percorso materiali di epoca tardoantica tra cui numerosi vasi in pietra ollare provenienti dalle Vaude, da Belmonte e da Cuorgnè. Notevoli sono inoltre le testimonianze relative alle prime fasi dell’artigianato ceramico nell’area di Castellamonte, con i resti di uno scarico di fornace rinvenuto a Torre Canavese.

DOVE SIAMO


CONTATTI


  Cuorgnè (TO)

Torino  via Ivrea, 100 


  +39 0124.651799

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  http://www.cesmaonline.org

© 2016 - Applicazione web e design Gianluca Di Bella

Top Desktop version