Soprintendenza per i Beni Archeologici

Switch to desktop Register Login

MUSEO CIVICO STORICO ARCHEOLOGICO DI DOGLIANI

Testa maschile in arenaria della media età del Ferro (fine VI – V secolo a.C.

L’istituzione del Museo Civico Storico Archeologico Giuseppe Gabetti, ospitato nello storico edificio del Palazzo Comunale e inaugurato nel 1983, risale agli anni settanta del secolo scorso a seguito della scoperta occasionale a San Quirico di un piccolo nucleo di sepolture di età romana databile al I secolo d.C.

Il museo ha visto implementare nel corso degli anni le sue collezioni con la collaborazione dell’associazione “Amici del Museo” e dei cittadini, che hanno di volta in volta segnalato e consegnato reperti di carattere storico e archeologico.

Il percorso museale, completamente riallestito nel 2006 dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e corredato da nuovi pannelli didattici con testi in italiano ed inglese, è dedicato al popolamento di Dogliani e del suo comprensorio territoriale attraverso le diverse epoche storiche, dalla preistoria fino all’età romana con riferimenti al periodo medievale. Una particolare attenzione è riservata alla paleontologia, con l’illustrazione dell’evoluzione geologica del territorio. La prima sala ospita, infatti, un’interessante serie di fossili provenienti dalla vallata del Rea, per poi passare alla preistoria e alla protostoria. Al Neolitico (6.000-3.500 a.C.), periodo cui risalgono le più importanti trasformazioni culturali pervenute dall’Egeo e dal Vicino Oriente, sono riconducibili le asce in pietra verde levigata mentre all’età del Bronzo medio e tardo (1530 -1200 a.C.) si datano le asce ad alette in bronzo rinvenute a Monchiero. Completano l’esposizione di questo settore del Museo i manufatti ceramici rinvenuti presso la località “le Pile di Valdibà” e soprattutto la testa in arenaria da Dogliani, inquadrabili nell’età del Ferro (900-100 a.C.). Questo reperto, raro esempio di statuaria preromana, rinvenuto nel corso dei lavori di ampliamento del Borgo a seguito della demolizione delle mura medievali della città, è stato realizzato sbozzando un ciottolo di arenaria, raccolto verosimilmente nel letto del Tanaro, di cui sfrutta la forma arrotondata; lo stile permette di datare il manufatto alla prima età del Ferro, probabilmente alla fine del VI - V secolo a.C. La testa non risulta staccata da una statua in quanto la superficie arrotondata del ciottolo non mostra interruzioni, ma evidentemente è da intendersi come parte di una statua composita ottenuta con più elementi oppure come “testa tagliata” inserita in una nicchia o in un incavo, secondo la simbologia riferita ai trofei presi ai nemici uccisi, ben attestata nei santuari della Francia meridionale della seconda età del Ferro.

Alla fase di romanizzazione del territorio (I secolo a.C.) e alla prima età imperiale (I secolo d.C.) rimandano i corredi provenienti dalla necropoli di Carrù e la stele funeraria rinvenuta nel 1660 in località San Quirico durante i lavori di sistemazione della chiesa. Di notevoli dimensioni e monumentalità, era posta sul sepolcro di Caio Annio Celere che ricoprì, nella vicina città romana di Augusta Bagiennorum la carica di Augustale, sacerdote di un collegio addetto alla celebrazione del culto dell’imperatore.
Le altre sale sono dedicate ai rinvenimenti del territorio doglianese, che in età romana apparteneva amministrativamente al territorio di Augusta Bagiennorum. Si segnalano in particolare i reperti provenienti dalla piccola necropoli di San Quirico con la ricostruzione didattica di una sepoltura.
Conclude il percorso una sala adibita ad ospitare convegni, conferenze e presentazioni multimediali con una serie di pannelli dedicati alle realtà museali e ai siti di carattere archeologico esistenti nella provincia di Cuneo, Alessandria e Asti, a conferma della vocazione territoriale del Piemonte meridionale come punto nodale di passaggio che ha improntato fin dalle epoche più antiche la storia degli abitati e la cultura delle popolazioni locali.

DOVE SIAMO


CONTATTI


 Dogliani (CN)

Torino P.zza San Paolo, 10


 +39 0173.70210

 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 www.comune.dogliani.cn.it

 

© 2016 - Applicazione web e design Gianluca Di Bella

Top Desktop version