Soprintendenza per i Beni Archeologici

Switch to desktop Register Login

MUSEI DELLA CANONICA DI NOVARA

Cratere a campana

Fu costituito nel 1813 allo scopo di raccogliere, per l’esposizione pubblica, le iscrizioni provenienti dalle demolizioni cinquecentesche della vecchia basilica di san Gaudenzio e dai ritrovamenti avvenuti nella città e nel territorio. Questo nucleo originario venne sempre più incrementandosi fino alla raccolta di parte dei materiali lapidei preromani e romani custoditi nel museo di Suno, reperti che, riutilizzati nella chiesa di san Genesio, furono recuperati in occasione della sua demolizione nell’Ottocento. Nel quadriportico ed al primo piano della manica settentrionale della Canonica sono attualmente visibili, frutto di un riallestimento (1999), elementi architettonici e soprattutto epigrafi sacre, pubbliche e funerarie, are votive e sarcofagi, databili fra la seconda età del Ferro e l’età tardoantica.

Si segnalano, tra i pezzi notevoli, la stele funeraria greca con rappresentazione di dextrarum iunctio (fine I secolo a.C. inizi I secolo d.C.), l'epigrafe con iscrizione celtica da San Bernardino di Briona (fine II-I secolo a.C.) , la testa in pietra locale dalla Badia di Dulzago (III-II secolo a.C.),  il frammento di sarcofago con rilievo di nave (III secolo d.C.).

Negli ultimi anni alla sezione epigrafica si è aggiunto anche un nucleo di materiali dauni, magnogreci di probabile provenienza apula, coroplastica e una raccolta numismatica di età romana.

 

DOVE SIAMO


CONTATTI


 Novara (NO)

Torino Vicolo della Canonica, 9/14

 +39 0321.661611  +39 0321.661635 (fax)


 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2016 - Applicazione web e design Gianluca Di Bella

Top Desktop version